Conto Deposito

Immagine
Descrizione
Descrizione
GODITI IL 4%
CONTO DEPOSITO BCC
fino al 4% annuo di interesse sulla nuova liquidità
Informativa
Informativa
Con il conto deposito il cliente consegna somme di denaro alla banca, che si obbliga a custodirle, a pagare gli interessi e a restituirle. È una forma di deposito particolarmente indicata per chi, non avendo la necessità di effettuare prelievi frequenti, può vincolare le somme depositate al fine di ottenere un rendimento più elevato. Le somme depositate, infatti, possono essere in tutto o in parte, a scelta del cliente: a. libere: in tal caso il cliente può prelevarle in qualsiasi momento e la banca le remunera al tasso “base”; b. vincolate a tre, sei, dodici mesi o altro periodo pattuito: in tal caso i prelievi sono ammessi solo alla scadenza del vincolo e la banca corrisponde un tasso “migliorativo” rispetto al tasso base. Gli interessi sulle somme libere sono posticipati e vengono riconosciuti al cliente con la periodicità indicata nel contratto o all'estinzione del conto deposito. Gli interessi sulle somme vincolate sono posticipati oppure, se previsto dall'offerta, anticipati. Nel primo caso il cliente li riceve sul conto deposito alla scadenza del vincolo; nel secondo caso li riceve nel momento in cui costituisce il vincolo e può utilizzarli subito. Se il cliente chiede di prelevare le somme vincolate prima della scadenza, la banca glielo consente, ma applica per tutto il periodo in cui le somme sono rimaste vincolate il tasso base invece di quello migliorativo e, se erano stati pagati interessi anticipati, trattiene il relativo importo e riconosce gli interessi con la periodicità prevista dal contratto per il tasso base. Non sono ammessi svincoli parziali. I versamenti si possono effettuare in contante, tramite assegni di banche situate in Italia e bonifici dal o dai conti di appoggio dedicati. I prelievi si possono effettuare in contanti o mediante bonifici verso conti correnti di cui il cliente è titolare o contitolare presso la banca. Questi conti (detti conti d'appoggio) vanno indicati preventivamente dal cliente e possono essere al massimo cinque. Il conto deposito può essere esclusivamente in euro. La banca può prevedere un versamento minimo iniziale per accendere un conto deposito e un saldo massimo del conto. Può inoltre prevedere che il vincolo non possa essere costituito su somme inferiori a un certo importo. Tra i principali rischi vanno tenuti presente: - la variazione in senso sfavorevole al cliente del tasso di interesse base e delle altre condizioni economiche, ad eccezione del tasso migliorativo applicato nei periodi di vincolo, che non può essere modificato ad iniziativa della banca; - il rischio di controparte, cioè l'eventualità che la banca non sia in grado di rimborsare al cliente le disponibilità risultanti dal deposito. Per questa ragione la banca aderisce al sistema di garanzia denominato Fondo di Garanzia dei Depositanti del Credito Cooperativo, che assicura a ciascun depositante una copertura fino a 100.000,00 (centomila) euro.